venerdì 2 luglio 2010

Pasta incantata

Una nuova tendenza nella cucina gianoziana è la cottura al cartoccio con l'uso della carta fata.

Ingredienti

  • Pasta;
  • pancetta cruda (di quella da fare sulla brace);
  • petto di tacchino a fette;
  • piselli lessati (anche in scatola);
  • aglio;
  • olio, sale, pepe, origano, maggiorana, menta, peperoncino.

Strumenti

  • Pentola per la pasta;
  • carta fata;
  • tagliere e coltello;
  • padella;
  • posate da insalata;
  • pirofila o pentola da mettere in forno; 
  • ciotola per mescolare la pasta.

Procedimento

  1. Cuocere la pasta molto al dente e fermare la cottura.
  2. Mettere la pasta nella ciotola e condirla con un filo d'olio.
  3. Fare a strisce la pancetta (larghe circa 2-3 centimetri) e metterle nella padella a cuocere.
  4. Quando sono ben cotte e rosolate, mettere le fettine di pancetta nella ciotola, lasciando nella padella il fondo.
  5. Tagliare il tacchino a strisce grandi come la pancetta e metterle nella padella. Se è necessario, aggiungere poco olio.
  6. Quando sono ben cotte, mettere le fettine di tacchino nella ciotola, sempre lasciando il fondo di cottura.
  7. Aggiungere nella padella uno spicchio d'aglio e saltarci i piselli.
  8. Rovesciare tutto il contenuto della padella nella ciotola e mescolare, regolando di sale, pepe e spezie.
  9. Mettere un grosso pezzo di carta fata sulla pirofila.
  10. Riversarci tutto il contenuto della ciotola e chiuderlo in modo da formare un cartoccio.
  11. Mettere in forno a 150-180 gradi massimo per qualche minuto.
Va portato in tavola direttamente il cartoccio, che mantiene da solo la temperatura.

Nessun commento:

Posta un commento