domenica 25 luglio 2010

Come organizzare un pranzo in famiglia e sopravvivere: la via gianoziana alla stesura del menù - terza parte

Gli antipasti

La prima cosa su cui bisogna venire a patti con il servizio gianoziano, è la presenza dei contorni a tavola fin da subito.
I contorni sono sempre anche degli ottimi antipasti e di solito sono invece abbastanza trascurati quando arrivano col secondo.
In più, se presentiamo ai nostri commensali una tavola con gli antipasti propriamente detti già nel piatto, l'aperitivo già versato nei bicchieri, un po' di insalata e altre verdure, magari una bella torta salata e qualche stuzzichino (pomodorini, olive, mozzarelline, biscottini salati fatti con l'avanzo della pasta brisée, ecc.), loro non si alzeranno finché non sarà pronto il primo e non penseranno che siamo in affanno solo perché la pasta è ancora da buttare.
Sono tutte cose che possiamo preparare anche il giorno prima e che in più rimarranno a tavola e quindi riusciremo anche ad assaggiarle.
Quindi, una bella tavola imbandita, commensali che si tolgono giacche e cappotti e, come vedremo nella quarta parte, l'acqua della pasta che bolle per i fatti suoi.

Nessun commento:

Posta un commento