sabato 24 luglio 2010

Come organizzare un pranzo in famiglia e sopravvivere: la via gianoziana alla stesura del menù - seconda parte

In Gianozia, le nostre massaie si sono sempre ribellate all'idea di non mangiare a tavola con gli altri e hanno elaborato questo modo di servire:
  1. gli antipasti, gli aperitivi, gli stuzzichini, i contorni, il pane e i condimenti, vengono preparati in anticipo e sono in tavola prima dell'arrivo dei commensali;
  2. anche il secondo piatto è già predisposto e pronto, se serve mantenuto in caldo;
  3. il primo piatto viene terminato nel momento in cui arrivano i commensali e viene servito quando sono tutti seduti e hanno terminato l'antipasto;
  4. il secondo piatto viene solo portato in tavola, una volta terminato il primo, in modo che tutto sia a disposizione di tutti e nessuno si debba più alzare;
  5. il dessert è preparato in precedenza in porzioni singole o preparato a vista;
  6. il caffè si serve quando la tavola è sparecchiata e i piatti lavati.
Lo scopo del gioco è andare in cucina il meno possibile. La cosa divertente è che funziona qualsiasi sia la disposizione della casa, anche quando si ha una sala con angolo cottura.

Nessun commento:

Posta un commento