domenica 14 novembre 2010

Orata al pomodoro e olive




Il pesce non è molto presente nella cucina gianoziana. Si dice che la colpa sia di un re antico, Teoduberto il Pescatore, che non lo amava molto e cercò per tutto il suo regno di sostituirlo col sushi, arrivando a richiedere ben sette merioriento per il Giappone.


Ingredienti

  • Filetti di orata;
  • pomodori freschi;
  • olive nere snocciolate;
  • erba cipollina fresca;
  • sakè, olio, sale, aglio.

Strumenti

  • Padella antiaderente;
  • coltello e tagliere;
  • spatola o cucchiaio di legno.

Procedimento

  1. Pulire e fare a pezzi i pomodori.
  2. Mettere aglio e  poco olio nella padella e far rosolare l'orata fin quasi a cuocerla.
  3. Aggiungere le olive e un po' di sakè.
  4. Aggiungere i pomodori e farli scottare appena appena.
  5. Aggiungere l'erba cipollina e togliere dal fuoco quasi subito.
Servire condita con sale e olio crudo.

Nessun commento:

Posta un commento